Stai per uscire con un partner che ha un amico a quattro zampe? Allora ti conviene dare una lettura a questo articolo!

Discorsi principali

Specie all’inizio, è molto probabile che anche senza rendersene conto, la persona in questione cominci a parlare più del suo ‘amore da genitore’ che di se stessa.
Non pensare alla domanda: “quanto mi piacciono i cani?”, chiediti piuttosto: “quanto sono disposto a sentir parlare di cani?”. Un aperitivo? Una cena? Un weekend romantico? I prossimi anni avvenire?

Non importa che razza sia, o che addirittura sia di razza: il partner in questione sarà sempre e comunque convinto di avere il cane più bello del mondo.
Inoltre, se l’accoppiata proprietaria/cane è azzeccata, il tipo basso che sta alla fine del guinzaglio può dirti molto su di lei: ha un piccolo maltese toelettatissimo o un grigione debuttante in mondioring?
Non che questo sia sempre attendibile purtroppo, ci sono in giro molti binomi male assortiti. Però, con un po’ di fortuna e una sbirciatina su internet, puoi supporre che quella sempre entusiasta con il border collie sia una tipetta ad alto livello energetico, quell’altra che scatta mille selfie con il carlino invece, è più verosimilmente una a cui piacciono le divanate davanti alla TV.

Cani e casa

Se il cane non può salire sul divano, non fare strappi alla regola. Viceversa, se il cane può salire sul divano, non metterlo giù a forza o peggio ancora dire frasi come “fortuna che siamo a casa tua, se il cane fosse mio col cavolo che potrebbe fare una cosa del genere”…
Lascia che la prima litigata riguardi la suocera o qualcosa su cui hai più argomenti per discutere.
Ricorda: mai dare da mangiare al cane cose diverse da quelle che mangia di solito senza prima averlo chiesto alla sua proprietaria.

Non metterti in competizione

… con il cane. Mettiti l’animo in pace: il peloso è arrivato prima di te, resta mentre vi frequentate e rimarrà se e quando tu avrai preso un’altra strada.
Loro due già convivono, tu sei quello nuovo che propone di andare a cena fuori.
Per un primo weekend fuori porta forse lei ti concederà di venire da sola, ma non farci l’abitudine, prima o poi chiederà di indirizzarvi verso mete compatibili con la presenza dell’animale.
Nota semiseria: avere un cane implica avere una routine ben definita che comprende ciotole e passeggiate. Non pretendere più tempo insieme se questo significa dover ridurre il tempo dedicato al quattrozampe. Proponi piuttosto attività in cui puoi coinvolgere il binomio già formato, aria fresca e camminate non ti faranno certo male.

Niente confronti con i cani degli altri

Per quanto detesti scriverlo o anche solo pensarlo, crescere un cane non cade troppo distante dal crescere un (eterno) bambino.
Se pur con esigenze assolutamente diverse, bisogna curarsi della sua educazione, trovare il cibo adatto, controllarne spesso le feci, scegliere con cura gli amici con cui si rapporta e avere conoscenze di base delle malattie più comuni (più o meno urgenti) in cui si può inciampare durante il corso della sua vita.

Anche i proprietari dei propri cani sono piuttosto protettive nei confronti dei loro compagni, quindi – a meno che tu non sia ferrato in materia e dotato di infinita calma, pazienza e una buona argomentazione – sconsiglio vivamente di mettere su un piano conflittuale le decisioni prese dalla cinofila. Ancora peggio confrontare il cane stesso con un altro, perché – ripeto – ognuno è convinto di avere il cane più bello del mondo.

Speriamo che questi consigli ti possano essere utili nel tuo primo approccio con un partner cinofilo!

Prenota ora una consulenza gratuita!

*Dichiarando di aver letto l’informativa sulla privacy e policy del sito, autorizzo altresì Scip Interconsulting & Partners SA al trattamento dei miei dati personali per attività promozionali, pubblicitarie e di marketing dei propri prodotti e servizi.